Cucina Italiana ed Internazionale

L’Italia è riconosciuta internazionalmente come una terra con una lunga tradizione culinaria e non è un caso se uno dei migliori cinque ristoranti al mondo sia l’Osteria Francescana di Modena, guidata dallo chef Massimo Bottura. Le materie prime, la sostenibilità delle agricolture e la gestione degli sprechi sono fattori chiave per decretare tale primato. Gli chef che compongono la nostra squadra non sono solo chef stellati ma anche chef che lavorano a stretto contatto col territorio e spesso sono distanti dai riflettori dei media, pur creando piatti straordinari.

Catering cucina Italiana stellata.  Mangiare in un ristorante stellato, così come degustare un catering preparato da una brigata di alto livello è un’esperienza unica perché oltre alla estrema cura per la preparazione e per le materie prime, è possibile degustare la concretizzazione di una visione o di una filosofia.

Cucina tradizionale Italiana. L’Italia è costellata di piatti regionali e tradizionali dove la storia incontra il gusto e le materie prime di prima qualità. Dagli antipasti al dolce, i nostri menu sono un viaggio lungo la penisola passando per le specialità regionali d’Italia. Pesce, carne, formaggi, verdure, spezie abilmente manipolati per portare l’eccellenza ai nostri palati.

Cucina contemporanea Italiana. Quando si parla di avanguardia i nostri chef sanno di avere un posto in prima linea. L’Italia ha una biodiversità agricola unica al mondo e i nostri chef imparano a conoscere sin da giovanissimi gli ingredienti nella loro espressività più pura. Il palato di uno chef italiano è così avvantaggiato nella creazione di nuovi concetti e filosofie gastronomiche.

Cucina Nordica

(New Nordic Cuisine)

La cucina internazionale è finalmente giunta a noi. O meglio, le nostre città si sono moltiplicate di offerte gastronomiche di alto livello e le proposte di cucina internazionale non sono certo da sottovalutare rispetto alla nostrana. Non a caso il nostro network di chef internazionali hanno in comune una grande passione per la tradizione gastronomica di ciascun paese d’origine, la cura nella scelta delle materie prime e uno sguardo al futuro, proponendo menù all’avanguardia di grande qualità.

Cucina Spagnola.  La cucina spagnola (gastronomía de España) è fortemente radicata nelle tradizioni più antiche ed ha il merito di aver promosso all’inizio del Cinquecento l’ingresso di prodotti nuovi (patata, pomodoro, mais, cacao, caffè, ecc.) provenienti dalle Americhe. Recentemente è alla ribalta dell’alta gastronomia internazionale grazie al contributo degli chef Ferran Adrià, Victor Arguinzoniz e Andoni Luis Aduriz.

Cucina Greca. La cucina greca (Ελληνική κουζίνα) comprende una serie di piatti tipici, di vini e di dolci diffusi in tutta la Grecia e spesso presenti, con poche variazioni, nei paesi del bacino del Mediterraneo.

Cucina Francese. I prodotti agricoli come il formaggio, il vino, la carne, etc. occupano un posto d’eccezione nella cucina francese, con numerosi prodotti regionali, che portano ad un alto livello l’agricoltura biologica o una protezione di denominazione come la denominazione d’origine controllata o l’indicazione geografica protetta.

Cucina Cinese.  La cucina cinese è legata alla filosofia e alla medicina. Essa distingue legumi cucinati e per estensione tutto ciò che accompagna i cereali, il fan. Gli alimenti yin, femminili, umidi e teneri dunque rinfrescanti, sono i legumi ed i frutti. Gli alimenti yang, maschili, fritti, speziati o a base di carne hanno un effetto riscaldante. Un pasto deve dunque non soltanto armonizzare i gusti, ma ugualmente trovare un equilibrio tra il freddo e il caldo.

Cucina Thai  o cucina tailandese (อาหารไทย) è la cucina nazionale della Thailandia. Mischiando i diversi elementi delle tradizioni del sud-est asiatico, la cucina thailandese dà enfasi a piatti leggeri con forti componenti aromatiche. Come in molte altre cucine asiatiche il dettaglio e la varietà sono di grande significato per gli chef thailandesi. Il cibo thailandese è conosciuto per il suo bilanciamento dei quattro sapori fondamentali per ogni piatto o per il pasto in generale: aspro, dolce, salato e amaro.

Cucina Indiana (भारतीय खाना) è nota soprattutto per il grande uso di spezie, latte e latticini. Si differenzia in numerose varietà regionali, comunque riferibili a due grandi gruppi: la cucina dell’India del nord, che fa uso di carni ed è meno speziata, e quella del sud, vegetariana e più speziata. Viene anche classificata come cucina non vegetariana (“non veg”), latto-ovo-vegetariana (“veg”, senza carni), e latto-vegetariana, detta quasi vegana (“pure veg”, che non fa uso di uova). Praticamente inesistente la cucina vegana propriamente detta, cioè senza neanche latte e latticini.

Cucina Peruviana. Una delle più variegate del mondo ed il Perù è il paese con il maggior numero di piatti tipici (ben 491) di livello equivalente a quello delle gastronomie francese, italiana, cinese e indiana. Questa miscela di tradizioni e culture culinarie fa sì che la cucina peruviana abbia l’esclusiva particolarità della “coesistenza di cibi e sapori appartenenti a quattro continenti”, a partire dalla seconda metà del XIX secolo.

Cucina Malesiana. Il panorama gastronomico malese è quindi molto vario, ricco di sapori, spezie e profumi. Non si può allora parlare della sola cucina malese tradizionale senza affiancare la cucina cinese, la cucina indiana, la cucina nonya, la cucina eurasiatica, la cucina indigena del Sabah e Sarawak. Menzione particolare per la cosiddetta cucina hawker (ambulante) con piatti presi dalle varie tradizioni culinarie e rielaborati sia per seguire i precetti della religione islamica sia per poterli mangiare per strada.

Cucina Marocchina. La cucina marocchina è estremamente varia, grazie all’interazione del Marocco con altre culture e nazioni nei secoli. La cucina marocchina è soggetta a influenze berbere, moresche, mediterranee e arabe. I cuochi nelle cucine reali di Fes, Meknes, Marrakech, Rabat e Tétouan la perfezionarono nel tempo e crearono la base per ciò che oggi è conosciuto come la cucina marocchina.